From the monthly archives: ottobre 2007

Entrato in coma dopo 3 ore di attesa in ospedale del Reggino
“Alcuni giorni fa Il Ministro della Salute Livia Turco e il Presidente del Consiglio Romano Prodi affermavano che la Sanità Italiana è tra le migliori in Europa e addirittura nel mondo, che bisogna superare i luoghi comuni sulla sanita’ italiana perchè è un sistema che garantisce “risultati piu’ elevati” rispetto ad altri Paesi e che la sanita’ italiana e’ tra le meno costose in Ue.

Continua a leggere

Infermieri distretto 44 ASL NA1

Vincenzo Castiglia
Vincenzo Arena
Pasquale Di Biase
Rosanna Filosa
Pasqualina Gaudino
Carla Inserra
Giuseppina Lanzuise
Maria Maresca
Antonietta Mazzuoccolo
Mariano Miele
Cataldo Pentassuglia
Anna Ricordo
Gennaro Varchetta
Elena Nappi

Ass.

Continua a leggere

Alla Cittadinanza tutta di Napoli, al Dipartimento Salute Mentale, ai Vertici ASL NA 1 e all’Assessorato alla Sanità Regione Campania

Sottoscrivi l’appello!

Scarica la locandina per la raccolta firme

Leggi i firmatari! (in aggiornamento)

Continua a leggere

Prendo spunto da quello che leggo negli articoli pubblicati sul vostro sito il 10 0ttobre a proposito della situazione dei pazienti seguiti dalla coop. Gesco e a proposito della crisi dei servizi psichiatrici. La denuncia delle famiglie per la sospensione delle cure psicoriabilitative ai loro figli a causa dei mancati pagamenti alla cooperativa da un lato, lo sconforto di chi lavora nel sistema pubblico dall’altro.

Continua a leggere

“Associazione di psichiatri del Mediteranneo: non è un luogo geografico, ma un topos della mente che guarda a una comune matrice”

A partire dal mese di settembre 2007 il nuovo segretario dell’Associazione italiana psichiatri (Aipsi-Med), nominato dal consiglio direttivo, è lo psichiatra Vincenzo Spatuzzi, al quale abbiamo posto alcune domande.
(di Maurizio Mottola, Il Denaro Sanità del 23/10/2007)

Domanda. Quali sono gli attuali obiettivi dell’associazione Italiana psichiatri?
Risposta.

Continua a leggere

I familiari dei ragazzi disabili e malati psichici che hanno visto la sospensione dei servizi della cooperativa Gesco in seguito ai mancati pagamenti da parte della Regione scrivono una lettera al Corriere del Mezzogiorno: “Non possiamo stare in silenzio mentre l’esistenza dei nostri figli rischia di tornare indietro”

NAPOLI – Una lettera per ricordare a tutti che la sospensione dell’assistenza è un grave danno per tutte le persone impegnate in percorsi riabilitativi: è quella che i genitori e i familiari dei ragazzi assistiti dai cooperatori sociali Gesco hanno inviato al direttore del Cor

Continua a leggere

LA QUESTIONE DEI DIRITTI…

Quando una persona come me entra in un reparto psichiatrico,
in teoria ha dei diritti.
Nella maggioranza dei casi però non li conosce.
E nella maggioranza dei casi non vengono rispettati, dunque non li ha.
Quando entravo in un S.P.D.C, spesso venivo spogliata dei miei oggetti personali, trattata come un criminale pericoloso, perquisita.
Privata della cintura dei pantaloni, delle stringhe delle mie scarpe, dell’accendino, a volte delle sigarette, del cellulare, di creme, deodoranti, trucchi per il viso, accessori per il bagno, accessori da disegno, addirittura

Continua a leggere

Giovedì 11 ottobre 2007 si è svolto ad Avellino l’incontro dibattito Psicoterapia tra pubblico e privato, organizzato dalla sede locale della Scuola Romana di Psicoterapia Familiare, con il patrocinio dell’Ordine degli Psicologi della Regione Campania e dell’Ordine dei Medici di Avellino.

Continua a leggere

Dario dell’Aquila ricorda giustamente nel numero di Repubblica del 22 agosto che i manicomi non sono stati chiusi realmente, e che solo in Campania resistono, minacciati da nessuno, gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari di Napoli e di Aversa. D’altra parte è facile rilevare che quando la Salute Mentale sul territorio non funziona mille piccoli e invisibili manicomi si trasferiscono nelle case dei pazienti psichiatrici e dei loro familiari.
A nessuno – spero – verrebbe in mente di far funzionare un reparto chirurgico senza sala operatoria, ferri chirurgici e quant’altro.

Continua a leggere

Sottoscrivi anche tu l’appello per Crescentini!

Continua a leggere