From the monthly archives: dicembre 2007

Ho subìto una gravissima ingiustizia da parte di due alcune vostre colleghe di lavoro. E’ opinione comune che tra di voi medici ‘non vi tradite’, neanche di fronte a colleghi di lavoro incopetenti e disonesti. Ma questo non vale quando si calpestano i diritti dei minori per i quali si viene pagati.
Ho letto sul vostro sito che è vostro scopo difendere il diritto del cittadino, e dunque io rivendico questo diritto e mi permetto di esporvi il mio problema.

Per anni ho subito lo Stalking da parte del mio ex marito, il quale ha avuto qualche condanna penale per i suoi comportamenti.

Continua a leggere

Troppe inadeguatezze e malati e famiglie ancora più soli di prima

Coniugi che uccidono e si uccidono, madri che ammazzano i propri figli, ragazzi che usano tutti i tipi di droghe per uscire da giorni sempre uguali pieni di noia. Suicidi, soprattutto di giovani e anziani in aumento: si chiude un anno nero per la psichiatria di casa nostra. Le diverse tragedie all’interno di mura domestiche con l’inferno dentro, causato dalla presenza in famiglia di un malato di mente, riportano in primo piano la legge 180 o legge Basaglia o quella che ha chiuso i manicomi.

Continua a leggere

«A Sant´Eframo non trasferite i reclusi, ma fate i lavori di ristrutturazione per lotti». La richiesta è dei parlamentari Marcello Taglialatela (An) e Tommaso Pellegrino (Verdi), che insieme al presidente del Consiglio comunale Leonardo Impegno, ieri mattina hanno visitato l´ospedale psichiatrico giudiziario, da una settimana sotto minaccia di “sfratto”. L´amministrazione penitenziaria vuole spostare («per impellenti motivi di sicurezza») 30 dei 78 detenuti nell´Area verde di Secondigliano.

Continua a leggere

NAPOLI Pazienti psichici sfrattati per fare spazio ad un albergo. E’ quanto sta accadendo in via Fornelli (zona Chiaia), dove una struttura che doveva ospitare il centro di salute mentale del distretto Chiaia Posillipo ed assistere i malati di un vasto comprensorio diventerà un hotel di lusso gestito dai costruttori napoletani. Nell’occhio del ciclone i vertici dell’azienda sanitaria locale Napoli 1 ed il Comune di Napoli.

Continua a leggere

Intervista allo psichiatra Francesco Blasi.
NAPOLI. Quando la salute mentale sul territorio regredisce, una moltitudine di invisibili manicomi domestici si trasferiscono nelle case dei pazienti psichiatrici e dei loro familiari.

Continua a leggere

(Maria Luigia Di Lorenzo) – Un amaro Natale per Ciro Crescentini, quarantasette anni, affitto di casa da pagare, una figlia di quattordici anni da sostenere. Il 21 Settembre scorso è stato licenziato dalla Fillea Cgil di Napoli – il sindacato degli edili – con una lettera che forse sarebbe stata scritta meglio e con po’ di rispetto formale da un responsabile del personale di una grande azienda multinazionale. Ciro da venticinque anni ha rivestito il ruolo di sindacalista a tempo pieno. Si è esposto in prima persona, spesso rischiando la pelle.

Continua a leggere

NAPOLI, 28/12/07. Il muro umano resiste agli attacchi, non crolla e scongiura lo sgombero. Ieri mattina una cinquantina di persone si sono strette in una catena umana per impedire al camion dei traslochi e agli operatori dell´Asl Napoli 1 di trasferire i 20 malati della Residenza sanitaria assistita “C. Sgueglia”, di viale Traiano, nell´ex manicomio “Frullone”. C´erano i familiari dei pazienti, gli uomini e le donne della Rdb-cub, il “Comitato per la difesa degli anziani” e l´”Associazione dei familiari dei pazienti psichici” (Afasp), ma anche disoccupati e ragazzi dei centri sociali.

Continua a leggere

La riorganizzazione dell’ Asl non piace a Regione e medici: critiche dall’ Anaao e osservazioni dall’ assessore alla Sanità Artesio. Perplessità soprattutto sul modello scelto e sul complessivo indebolimento dei servizi di salute mentale. Anche i consigli di circoscrizione contestano: ‘La riduzione dei distretti contrasta con le indicazioni del piano sanitario’

La prima bocciatura arriva dalle circoscrizioni, chiamate ad esprimere un’ opinione sui piani di rientro e di recupero delle aziende sanitarie.

Continua a leggere

«Non vogliamo che i nostri congiunti vengano portati in altre città»

AUGUSTA (SIRACUSA). Continua a suscitare malcontento e disagi agli utenti ed ai loro familiari, la chiusura ai ricoveri del reparto di psichiatria dell’ospedale Muscatello.
A lamentare il grave problema con una lettera inviata al presidente del Tribunale dei Diritti del Malato, Domenico Fruciano ed alle autorità sanitarie ed istituzionali, sono i familiari dei pazienti, circa 200 le lettere sinora pervenute, che chiedendo aiuto.

Continua a leggere

“Trenta dei 78 detenuti pronti al trasferimento nel carcere di Secondigliano
Gli operatori dell´ospedale psichiatrico giudiziario chiedono aiuto alla Curia
L´amministrazione penitenziaria: nella struttura gravi problemi di sicurezza”

Nessun passo indietro. Proteste e assemblee sono cadute nel vuoto. La decisione è stata presa: in questi giorni, proprio tra Natale e Capodanno, scatterà la «deportazione» di 30 dei 78 internati dell´ospedale psichiatrico giudiziario di Sant´Eframo all´Area verde del carcere di Secondigliano.

Continua a leggere