From the monthly archives: giugno 2008

Martedì 1° luglio 2008, presso la Sala Congressi della CISL-MEDICI di Napoli in via Medina n° 5 si terrà il 1° Convegno del Piano d’Azione per il Benessere Mentale in Campania, con una sessione di lavori che ha per tema: “ I problemi organizzativi dei Centri di Salute Mentale attraverso i racconti e le esperienze dei medici “
(scarica la locandina)
L’organizzazione dell’interessante e calda tematica è a cura della CISL-Medici, movimento sindacale da sempre sensibile a tutto ciò che promuove il benessere fisico e psichico dei lavoratori,

Continua a leggere

Sono una psicologa napoletana ma per questioni di lavoro e formazione vivo a Bologna. Vi scrivo per la rabbia che mi ha assalita in seguito alla notizia che, nei mesi di luglio e agosto, arriveranno a Napoli volontari e anche psicologi dell’associazione Psicologi per i popoli, assoldati da Bertolaso affinché effettuino opera di educazione alla raccolta differenziata.
L’indignazione, l’umiliazione, la voglia di piangere mi assalgono sia se ragiono da cittadina sia se adotto il punto di vista scientifico della comunità professionale alla quale appartengo.

Continua a leggere

In merito ai ricoveri d’oro in case di cura private e della truffa da 10 mil. di euro ai danni dei cittadini piemontesi di cui la Gdf ha trasmesso gli atti alla Corte dei Conti ed alla Procura l’assessore alla sanità piemontese dopo avere convocato i direttori generali delle A.s.l.

Continua a leggere

(AGI) – Roma, 26 giu. – “Il ministro della Salute Sacconi, il Governo e il Parlamento si attivino a modificare profondamente il decreto 112 della manovra economica, dove vi e’ una norma che aumenta a dismisura il rischio negli ospedali”. Lo ha dichiarato Giuseppe Garraffo, Segretario Generale Cisl Medici.

Continua a leggere

(ASCA) – Roma, 26 giu – ”Il ministro della Salute Sacconi, il Governo e il Parlamento si attivino a modificare profondamente il decreto 112 della manovra economica, dove vi e’ una norma che aumenta a dismisura il rischio negli ospedali”. Lo ha dichiarato Giuseppe Garraffo, segretario Generale Cisl Medici.

Continua a leggere

SCARICA LA LOCANDINA!
“I problemi organizzativi dei Dipartimenti di Salute Mentale attraverso i racconti e le esperienze dei medici” – 1° Convegno
Martedì 1° luglio 2008, ore 16:00 – 18:00, presso Sala congressi Cisl Medici, Via Medina n° 5, Napoli – Tel. 081/5529731

PROGRAMMA
“Apertura dei lavori”
Ore 16:00 – 16:15 Interventi dei dott. Pietro Cerrito, Segretario Generale Cisl Campania, dott. Massimo De Bellis, Segretario Generale Regionale Cisl Medici, dott. Antonio Marfella, Segretario Generale Provinciale Cisl Medici, dott.

Continua a leggere

I medici del Servizio sanitario nazionale non hanno più diritto al riposo compensativo di 11 ore e la loro settimana lavorativa non ha più un limite orario massimo di 48 ore, comprensive del lavoro straordinario.
Con un provvedimento la cui urgenza non è data vedere (DL “Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria”) – ha commentato Carlo Lusenti, Segretario Nazionale Anaao Assomed ‐ il Governo ha, infatti, introdotto una norma nel capitolo “Semplificazioni” (sic!) che nega l’applic

Continua a leggere

PECHINO – La multinazionale americana Ibm dovrà pagare 45mila yuan (oltre 4 mila euro) di risarcimento a un suo impiegato cinese, Yuan Yipeng, licenziato dopo essersi ammalato di depressione. Lo ha stabilito la Commissione per le dispute del lavoro a Shanghai.
L’azienda dovrà inoltre – su ordine della Commissione – riattivare a Yuan il contratto di cinque anni.
Assunto dall’Ibm nel 2006, Yuan si era poco dopo ammalato di depressione.

Continua a leggere

Sono un avvocato che si interessa di problematiche connesse al mondo della psichiatria. Non appartengo ad alcuna corrente di pensiero nè anti psichiatrica nè filo psichiatrica.

Continua a leggere

Appassionarsi al proprio lavoro può, frequentemente, determinare un costante ritardo nel rientro a casa. Sarà per questo che molti di noi fanno fatica a distinguere la vita privata da quella professionale. Sarà per questo che mia moglie, senza farsi mai mancare il sorriso, talvolta mi accoglie al rientro con un tenero ammonimento: “Anche oggi in anticipo amore? Cosa è successo stavolta?”
L’ultima volta che ho ignorato il termine dell’orario di lavoro, l’ho fatto per accompagnare (spontaneamente) lo psichiatra reperibile in pronto soccorso.

Continua a leggere