From the monthly archives: novembre 2010

L’AipsiMed promuove un’indagine sul grado di soddisfazione dell’assistenza psichiatrica pubblica erogata dai Centri di salute mentale e Spdc, sparsi sul territorio italiano, attraverso un semplice questionario, scientificamente validato. Nei prossimi giorni saranno disponibili online tutti i Centri di salute mentale ed Spdc noti e ognuno potrà lasciare la propria valutazione.
Quali i motivi dell’indagine e la sua utilità?

Continua a leggere

La risposta ai trattamenti antidepressivi è ampiamente variabile da un soggetto all’altro. Comprendere, e possibilmente predire tali variazioni individuali potrebbe essere di grande aiuto per i pazienti che soffrono di depressione.

Continua a leggere

“E’ il valore brevetti realizzati da nostri scienziati all’estero”. I cervelli italiani in fuga all’estero hanno portato con se’ 4 miliardi di euro. E’ questo il valore di tutti i brevetti realizzati dai nostri ricercatori nei vari laboratori in giro per il mondo, calcolato da una ricerca effettuato dall’ICom (Istituto per la Competitivita’), presentato oggi in occasione della cerimonia di consegna al Senato di una borsa di studio da parte della Fondazione Lilly a una giovane ricercatrice.

Continua a leggere

I ragazzi preferiscono internet e il computer alla tv. Facebook e la rete si sono trasformati in nuovi amici e nuove babysitter. Per la prima volta c’è stato il sorpasso come rileva un’indagine della Società di pediatria dal titolo Abitudini e stili di vita degli adolescenti. I ragazzi che passano sul web più di tre ore al giorno sono più numerosi di quelli che passano più di tre ore al giorno davanti al piccolo schermo. I ragazzi navigano prima di andare a letto nella vaga sensazione di potersi addormentare con il sorriso e l’amicizia di centinaia di amici virtuali.

Continua a leggere

È l’e-commerce la nuova linfa della contraffazione dei farmaci e per questo è necessario attivare campagne di sensibilizzazione e informazione mirate e attivare strumenti normativi ad hoc per le Forze di Polizia. È quanto emerso dall’indagine conoscitiva sul fenomeno della contraffazione e dell’e-commerce farmaceutico, condotta dalla commissione Sanità di Palazzo Madama.

Continua a leggere

Erano 77 mila nel 2006, oltre 100 mila nel 2009. Incremento degli antidepressivi: vendute 400 mila confezioni in più rispetto nel giro di tre anni. Calano i suicidi. Allocca: “E’ la società che sta impazzendo”

FIRENZE – Sono oltre 100 mila le persone che, in Toscana, hanno problemi di salute mentale. A rivelarlo è il rapporto 2010 della regione Toscana, secondo cui oltre 70 mila persone sono adulte, circa 30 mila minori.

Continua a leggere

Questa foto l’abbiamo vista centinaia di volte.
Dovunque in tv.
Ad ogni ora.
Tutti parlano di Sarah Scazzi.
…le locuzioni più usate sono: “la piccola Sarah Scazzi”, “la povera Sarah Scazzi”.

Ho la sensazione che da una elaborazione del lutto soggettivo si sia passati prima ad una dimensione familiare e poi ad una dimensione collettiva.
Il lutto collettivo ha subito ceduto il passo all’ingordigia mediatica, che è stata soppiantata in seguito dal pettegolezzo trasversale.
Bene.
Ora ricordate tutto quello che avete visto in tv riguardo alla vicenda di Avetrana…
Michele Misseri, Sab

Continua a leggere

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un paziente, in merito ad alcune denunce sulle contenzioni presso il reparto di psichiatria dell’Ospedale Niguarda. Segue il commento: 

Sempre il solito brutto vizio di parlare senza conoscere la realtà dei fatti. Con arroganza e presunzione in questo paese ognuno sente il diritto di esprimere giudizi e opinioni senza alcuna conoscenza di ciò di cui discute. E non mi replicate con la storia della libertà di parola, perchè queste parole sono imbrigliate nella falsità, nella presunzione e nell’estremismo distruttivo. Mai una discussione costruttiva. Sono tremendamente sconcertato. Soffro di disturbo bipolare e qualche anno fa sono stato curato proprio in uno di questi reparti, dai media descritti come luoghi di violenza. Ragazzi sono stato contenuto, urlavo e insultavo nel peggiore dei modi il personale, che mi è stato sempre vicino in quei momenti, con professionalità e umanità. Se non fossi stato contenuto avrei provato a scappare in tutti i modi e se ci fossi riuscito sarei andato a buttarmi giù da qualche palazzo. Questi articoli e queste denunce sono dettate dalla stupidità e dall’ignoranza. Tutto ciò non fa bene a noi malati di mente e certo non ci libera. Io in quel ricovero sono stato liberato. Riflettete invece di sparare cazzate. Ivan

Tutti i commenti, “pro e contro” sulla vicenda si possono leggere a questo link.

Continua a leggere

Giovedì 11 e venerdì 12 novembre 2010 si è svolto a Napoli il convegno di studi ‘La Diversità Liberata Storia di una istituzione negata: Basaglia e l’ospedale psichiatrico di Gorizia’, organizzato dal Dipartimento di Scienze Relazionali G. Iacono e dal Dipartimento di Filosofia A. Aliotta dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, e dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici. Allo psicologo e psicoterapeuta della Gestalt Mario Mastropaolo, tra gli organizzatori e relatori del convegno, abbiamo posto alcune domande.

Continua a leggere

Più potere, meno empatia

On 28 novembre 2010 By

Chi si percepisce potente, anche solo per ruolo momentaneo, è più portato a disumanizzare gli altri, vedendoli come esseri meno titolari di dignità e diritti. Secondo Joris Lammers e Diederik Stapel, dell’Università di Tilburg, nei Paesi Bassi, il meccanismo aiuta chi gestisce un potere a non soccombere emotivamente alle responsabilità di scelte difficili.

Continua a leggere