Salute ed inquinamento in Campania

Superate le DIECIMILA visualizzazioni del video “Tumori ed inquinamento in Campania”. Il 12 aprile scorso io ed (dr.ssa Eleonora Capuozzo, psicologa, n.d.r.) il collega Marchese abbiamo organizzato il seminario “Tumori ed inquinamento in Campania” presso La Feltrinelli express di Napoli. Il video pubblicato su youtube della conclusione del seminario è stato pubblicato circa 3 settimane ricevendo un numero di utenze che in questo momento ha superato le DIECIMILA PERSONE. Questo è un segnale che il tema è molto sentito dalle persone e che c’è voglia di riprendere in mano la questione aperta e purtroppo trascurata dalla politica. Bisogna certamente capire, ora, come superare questo aspetto “teorico” della questione, come costringere la politica a cambiare trend e conferire una dimensione concreta all’ecologia. Non bastano fumosi discorsi elettorali sul tema ma è necessaria una politica che porti ad azioni concrete di sostegno all’unica forma di sviluppo possibile per l’occidente: lo sviluppo sostenibile che tutela l’ambiente, che metta sempre in primo piano la tutela dell’ambiente. Non ha senso parlare di promozione e tutela della salute psicologica e fisica dell’uomo senza partire dall’ambiente.

Attacchi ischemici transitori: un’emergenza

Del Dott. Roberto Sterzi (Neurologo, Milano).

Sempre più dati confermano che un TIA rappresenta un’emergenza: nell’arco di pochi giorni dall’evento vi è un altro rischio di ictus devastanti. Valutare il paziente e identificare al più presto le cause potenzialmente trattabili, anche sull’esempio di esperienze organizzative internazionali quali le TIA Clinic, comporta una sensibile riduzione del numero di ictus. FONTE: mdwebtv.it

Depressione e bronchite cronica ostruttiva

Del prof. Stefano Centanni*

I pazienti affetti da BPCO sono colpiti spesso anche da depressione. Grazie allo studio Eclipse, condotto su oltre 2000 pazienti con BPCO da moderata a molto grave, è stato possibile definire quali sono i maggiori fattori predisponenti: la giovane età, l’appartenenza al genere femminile e la gravità della patologia.
* AO San Paolo – Università di Milano, 9 Maggio 2012, Mdwebtv.it.
Fonte: Mdwebtv.it

Psichiatria e territorio: nuove esigenze e attuali risposte

(Intervista al prof. Massimo Clerici, Università Milano-Bicocca, Direttore UOC di Psichiatria e DSM AO San Gerardo, Monza). La Legge 180 del 13 maggio 1978, detta anche Legge Basaglia, ha prodotto un profondo cambiamento nella psichiatria in Italia. Allo stesso tempo, negli ultimi decenni, si è anche assistito a importanti cambiamenti sociali, economici e culturali che hanno influito profondamente sulle abitudini e sulle esigenze della popolazione generale. Oltre a questo, è stato registrato da diversi studi che disturbi mentali, come per esempio disturbi dell’umore e disturbi d’ansia, riguardano ora fasce della popolazione imprevedibili rispetto a qualche anno addietro.

Queste trasformazioni hanno fatto in modo che l’intervento psichiatrico venisse riorientato sul territorio, mettendo in forte in rilevanza il ruolo del Mmg che, interfacciandosi sempre più al mondo della sofferenza psicologica e relazionale, si trova spesso nella necessità di connettersi con servizi territoriali psichiatrici; i servizi ospedalieri sono invece più spesso orientati sulle acuzie.
Da qui la necessità di uno stretto coordinamento tra la funzione di sorveglianza e di monitoraggio del Mmg e la funzione di supporto dello specialista, utilizzando forme di consulenza diverse.
All’Ospedale San Gerardo di Monza sono stati costituiti punti di incontro e di raccordo per i pazienti avviati a una valutazione specialistica psichiatrica direttamente dal Mmg, con un’azione di consultazione del medico di famiglia nella gestione di pazienti con patologie psichiatriche “minori”.
L’intento è quello di fare in modo che i pazienti non siano costretti ad accedere a reparti psichiatrici, per cui esiste tuttora un forte stigma, permettendo nel contempo al Mmg di operare scelte consapevoli e adeguate che possono prevenire l’aggravarsi della patologia.
FONTE: mdmedia.it

Responsabilità del medico: medicina difensiva, costi, proposte

(Video del dott. Carlo Nordio, Procuratore della Repubblica, Venezia) L’aumento dei procedimenti contro i medici ha provocato negli ultimi anni un ricorso sempre più frequente alla cosiddetta medicina difensiva, che può condizionare il medico nelle sue scelte cliniche. Le possibili soluzioni riguardano modifiche del diritto penale, di tipo procedurale e delle tecniche d’indagine.

FONTE: mdwebtv.it

Buon compleanno Massimo Troisi


“Questi soggetti (i napoletani) sono affetti da malattie immaginarie”. Scena “Il Basso”, La Smorfia, 1979. Con Massimo Troisi, Lello Arena, Enzo De Caro