Currently viewing the category: "Enciclopedia A"

Il primo a descrivere un quadro molto simile a quello dell’attacco di panico fu un medico militare, DaCosta. Nel 1871, durante la guerra civile americana, DaCosta curò un gruppo di soldati che lamentavano palpitazioni, dolore e oppressione toracica e definì questo insieme di sintomi come “Sindrome del cuore irritabile”. Negli stessi anni, in Europa, il francese Legrand du Salle e il tedesco Westphal dettagliarono una situazione clinica che definirono “agorafobia”. L’Agorafobia è la paura provata nei confronti dei luoghi aperti come le piazze, ed è molto spesso collegata all’attacco di panico.

Continua a leggere

L’AIDS, sindrome da immunodeficienza acquisita, è una malattia eziologicamente correlata all’infezione da parte del virus dell’HIV, appartenente alla classe dei retrovirus, e si correla patogeneticamente a numerosi disturbi di tipo medico e neuropsichiatrico.Sono presenti i seguenti disturbi:Sono presenti i seguenti disturbi neurologici associati all’infezione da HIV: encefalopatia da HIV, meningite HIV-correlata, encefalite virale secondaria, leucoencefalopatia multifocale progressiva, toxoplasmosi cerebrale, meningite criptococcica, linfoma primario, neuropatia demielinizzante infiammatoria,

Continua a leggere

AICARDI, sindrome di

On 5 aprile 2008 By

Sindrome genetica malformativa (detta anche “encefalopatia mioclonica precoce”) descritta nel 1969, legata a una mutazione dominante del cromosoma X e interessante solo il sesso femminile.

Continua a leggere

AGRAFIA

On 5 aprile 2008 By

Disturbo nella produzione del linguaggio scritto. Sarebbe conseguenza della difficoltà specifica nel trasformare le informazioni fonologiche, acquisite tramite il senso dell’udito, in forme ortografiche; per altri autori vi sarebbe invece un blocco tra la forma visiva dei fonemi e i movimenti corsivi della mano. L’agrafia pura è molto rara e l’ipotesi dell’esistenza di un centro specifico per la scrittura localizzato nella parte posteriore della seconda circonvoluzione frontale è stata abbandonata.

Continua a leggere

AGOPUNTURA

On 5 aprile 2008 By

Consiste nell’inserzione di uno o più aghi metallici, solitamente in bronzo, nella cute e nei tessuti sottostanti, in precisi punti del corpo. Questa antica tecnica della medicina cinese, applicata nel trattamento sintomatico del dolore, nella terapia di alcune malattie e nel migliorare lo stato di salute in generale, è stata applicata in Cina fin dal 2500 a.C.

Continua a leggere

AGNOSIA PER LE FORME

On 5 aprile 2008 By

Detta anche, è caratterizzata da una difficoltà nell’analisi visiva fondamentale, ivi inclusa la percezione dei colori () , dell’orientamento e del movimento. Questa agnosia rappresenta deficit visivi prodotti da lesioni corticali, con danno neuropatologico a carico dei lobi occipitali extrastriatali, temporali e parietali.

Continua a leggere

AGNOSIA INTEGRATIVA

On 5 aprile 2008 By

Incapacità a percepire l’integrazione di parti di oggetti, pur essendo in grado di accedere al concetto di forma. È anche dettao. Un esempio è rappresentato dal paziente che percepisce le parti di un cane (piedi, tronco, coda, ecc.), ma non le integra (o lo fa molto lentamente) per formare la rappresentazione interna del cane.Il disturbo è di solito dovuto a lesioni profonde bilaterali della regione occipitale posteroinferiore. Va distinta dalla.

Continua a leggere

AGNOSIA ASSOCIATIVA

On 5 aprile 2008 By

Dissociazione tra la rappresentazione visiva intatta di un oggetto e il suo significato. Un aspetto particolare di questa sindrome è che il significato e il nome dell’oggetto sono prontamente disponibili al paziente attraverso altre modalità percettive (tatto o udito). Le lesioni interessate sembrano essere a carico della regione occipito-temporale sinistra, in associazione a comunicazioni interemisferiche alterate tra le regioni posteriori.

Continua a leggere

AGNOSIA

On 5 aprile 2008 By

Disturbo della memoria consistente nell’incapacità a riconoscere stimoli precedentemente appresi, in mancanza di alterazioni a carico degli organi percettivi. Il concetto di agnosia si è evoluto ampiamente attraverso lo studio della varietà visiva, sebbene altre modalità possano essere affette (soprattutto l’uditiva).

Continua a leggere

AGGRESSIVITÀ

On 5 aprile 2008 By

(ingl.ted.; franc.)Tendenza messa in atto mediante condotte o fantasie volte a danneggiare un altro individuo o, secondo la psichiatria e la psicoanalisi, all’autodistruzione, mentre per la psicologia, all’autoaffermazione. Queste due modalità interpretative condividono la presenza di competizione e il tentativo di sottomettere coloro verso cui è orientata la tendenza aggressiva.

Continua a leggere