Currently viewing the category: "Enciclopedia F"

FUSI NEUROMUSCOLARI

On 5 marzo 2009 By

I fusi neuromuscolari sono formazioni localizzate all’interno dei muscoli scheletrici, provviste di capsula della lunghezza di 4-10 nm. Ogni fuso presenta 3 componenti principali: fibre muscolari specializzate, fibre sensitive, che terminano a livello delle fibre muscolari, e assoni motori, che regolano la sensibilità del fuso. Le fibre muscolari specializzate del fuso vengono dette fibre intrafusali per distinguerle dalle comuni fibre muscolari scheletriche, le fibre extrafusali.

Continua a leggere

FUNZIONE

On 5 marzo 2009 By

(ingl. Function; ted. Funktion; fr. Fonction)Ogni attività volta a preservare l’esistenza dell’individuo e a conservare la specie. Tale termine ha una peculiare connotazione nell’ambito della psicologia analitica, della psicologia dell’Io, nonché della teoria bioniana.Psicologia analitica. In questo ambito, il termine è utilizzato in 2 diverse accezioni, trascendente e psicologica.La funzione trascendente nasce dalla progressiva unione dei contenuti consci e inconsci e conduce all’individuazione.

Continua a leggere

FUNZIONALISMO

On 5 marzo 2009 By

Il funzionalismo è una corrente psicologica storicamente rilevante che studia la mente dal punto di vista del suo funzionamento ovvero del suo uso come mezzo di adattamento dell’organismo al proprio ambiente.Il funzionalismo è stato il primo sistema psicologico autenticamente americano: fu il risultato di una rivolta degli psicologi “coloniali” contro la terra di origine, la Germania, e contro l’impostazione strutturalistica allora dominante.

Continua a leggere

FRONTALE, sindrome

On 5 marzo 2009 By

Ogni lesione a carico del SNC, sia essa neoplastica, vascolare, demielinizzante, posttraumatica, ecc., si correla a taluni sintomi, neurologici e psichici, con maggior frequenza di altri, tali da facilitare la formulazione di una diagnosi localizzatoria precoce, confermabile strumentalmente.Il lobo frontale rappresenta la localizzazione più frequente dei tumori intracranici e quella in cui il disturbo psichico si palesa con la maggiore espressività e precocità, sia per un possibile silenzio protratto della sintomatologia neurologica sia per la particolare importanza nell’evoluzione biologica d

Continua a leggere

FROMENT, segno di

On 5 marzo 2009 By

Segno tipico della paralisi del nervo ulnare. Il paziente non è in grado di trattenere un foglio tra il pollice e l’indice estesi, ma è costretto a flettere la falange distale del pollice utilizzando il flessore lungo, di pertinenza del nervo mediano, essendo deficitaria l’adduzione del pollice. In alcuni casi, il test può risultare falsamente negativo per supplenza dell’estensore lungo (innervato dal nervo radiale) nell’adduzione del pollice.

Continua a leggere

FROIN, sindrome di

On 5 marzo 2009 By

Alterazione liquorale caratterizzata da marcato aumento delle proteine (fino a 1000 mg/ml; valori normali: 45 mg/100 ml), che conferisce al liquor un aspetto xantocromico e ne provoca la rapida coagulazione per l’eccessiva presenza di fibrinogeno. Tale reperto indica un isolamento della circolazione liquorale a livello del compartimento lombare (blocco liquorale), come nel caso di tumori spinali soprastanti.

Continua a leggere

Malattia degenerativa ereditaria recessiva del sistema spinocerebellare originariamente descritta nel 1863. È caratterizzata da atassia, disturbi dei nervi periferici, del cuore e del metabolismo dei carboidrati. Ha una prevalenza di 1 su 100.000. La malattia si distingue dalla s. di Friedreich, che invece include altre numerose varianti più o meno tipiche. Il difetto genetico primitivo è sconosciuto, sebbene il gene sia stato localizzato sul cromosoma 9.

Continua a leggere

FRENASTENIA

On 5 marzo 2009 By

Deficit stabile dell’intelligenza dipendente da un mancato sviluppo delle capacità intellettive per cause organiche ereditarie, congenite o postnatali. Il termine è stato introdotto nella nomenclatura psichiatrica italiana da Andrea Verga (1811-1895) con significato identico al termine oligofrenia adottato in tempi successivi da E. Kraepelin e a quelli più antichi di idiozia e imbecillità.

Continua a leggere

FREEZING, effetto

On 5 marzo 2009 By

Impossibilità a muoversi, come se i piedi si fossero improvvisamente incollati al pavimento. Fenomeno spesso descritto dai pazienti affetti da malattia di Parkinson.

Continua a leggere

FOVILLE, sindrome di

On 5 marzo 2009 By

Sindrome alterna pontina, descritta nel 1858, secondaria a lesioni del III caudale della calotta pontina e interessante i nuclei e le fibre del VI e VII nervo cranico, le fibre sovranucleari del VI, il fascio longitudinale mediale, i menischi laterale e mediale, la radice spinale del V e il peduncolo cerebellare inferiore.

Continua a leggere