La disfunzione erettile aumenta in modo significativo il rischio di patologia cardiovascolare, malattia coronarica, ictus e morte per tutte le cause; tale incremento è probabilmente indipendente dai convenzionali fattori di rischio cardiovascolare. È quanto si ricava dai risultati di una meta-analisi condotta da Jia-Yi Dong e collaboratori dell’università di Suzhou (Cina) su 12 studi di coorte prospettici, comprendenti un totale di 36.744 partecipanti. La ricerca dei trial da inserire nell’analisi è stata effettuata su PubMed, consultando l’archivio fino al gennaio del 2011; successivamente due autori, in modo indipendente, hanno estratto le informazioni su disegno e caratteristiche degli studi, misurazioni degli esiti e controlli per potenziali fattori confondenti. Al termine dell’analisi, globalmente i rischi relativi combinati per gli uomini con disfunzione erettile rispetto al gruppo di riferimento sono risultati pari a 1,48 per la patologia cardiovascolare, 1,46 per la malattia coronarica, 1,35 per l’ictus, e 1,19 per la morte per tutte le cause. L’analisi di sensibilità ristretta agli studi con controllo per fattori convenzionali di rischio cardiovascolare ha portato a risultati simili. Non si sono osservate evidenze di bias di pubblicazione.

J Am Coll Cardiol, 2011; 58(13):1378-85

 
Lascia un commento con:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>