Il disturbo schizoaffettivo (DS) è una malattia cronica, grave e invalidante che consiste nella presenza concomitante di sintomi della schizofrenia e di disturbi dell’umore. L’evidenza del trattamento del DS deriva per la maggior parte da studi clinici basati su campioni misti (pazienti schizofrenici e schizoaffettivi) o su estrapolazioni da studi nella schizofrenia o nel disturbo bipolare.
L’obiettivo della presente review è di considerare in modo sistematico e sintetizzare i migliori approcci evidence-based al trattamento del DS ed evidenziare il divario tra la ricerca sul trattamento e la pratica clinica di questo disturbo. Il complesso problema di avere il controllo del costrutto sindromico del DS data la presentazione pleomorfica, si riflette nella mancanza di evidenza per le questioni-chiave, che includono: consistenza diagnostica, approcci farmacologici (stabilizzatori dell’umore, antidepressivi, sia nel trattamento in acuto che nel mantenimento, così come la loro possibile combinazione), e il ruolo dell’aggiunta di interventi psicosociali e biofisici. Infine, vengono proposte strategie di trattamento per il DS sia del tipo unipolare che bipolare.
FONTE: A. Murru et al. What we know and what we don’t know about the treatment of schizoaffective disorder. Eur Neuropsychopharmacol. 2011;21(9):680-690 – Bipolar Disorders Programme, Hospital Clinic, University of Barcelona, IDIBAPS, CIBERSAM, Barcelona, Catalonia, Spain.

Tagged with: Letteratura scientifica
 

One Response to Disturbo schizoaffettivo: cosa sappiamo e cosa ignoriamo

  1. Sara Podda scrive:

    Io vorrei sapere che fine fanno queste persone, che fututro hanno?

Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>