Currently viewing the tag: "Letteratura scientifica"

Numerose evidenze sperimentali suggeriscono che il sistema dopaminergico e il sistema glutammatergico siano implicati entrambi nella fisiopatologia della schizofrenia. Anche l’interazione tra i due sistemi di neurotrasmettitori sembra rivestire un ruolo chiave nei meccanismi neurobiologici della malattia. Un gruppo di psichiatri e neurologi di Città del Messico ha di recente pubblicato uno studio che cerca [...]

Continua a leggere

Il disturbo schizoaffettivo (DS) è una malattia cronica, grave e invalidante che consiste nella presenza concomitante di sintomi della schizofrenia e di disturbi dell’umore. L’evidenza del trattamento del DS deriva per la maggior parte da studi clinici basati su campioni misti (pazienti schizofrenici e schizoaffettivi) o su estrapolazioni da studi nella schizofrenia o nel disturbo [...]

Continua a leggere

Nonostante l’aumento del numero di studi pubblicati di morfometria voxel based nella schizofrenia, non c’è stato un tentativo adeguato di esaminare le anomalie della sostanza grigia (GM) e bianca (WM) e l’eterogeneità dei dati pubblicati. Nel presente articolo abbiamo usato una tecnica di metanalisi basata su coordinate per esaminare contemporaneamente le anomalie di GM e [...]

Continua a leggere

La disfunzione erettile aumenta in modo significativo il rischio di patologia cardiovascolare, malattia coronarica, ictus e morte per tutte le cause; tale incremento è probabilmente indipendente dai convenzionali fattori di rischio cardiovascolare. È quanto si ricava dai risultati di una meta-analisi condotta da Jia-Yi Dong e collaboratori dell’università di Suzhou (Cina) su 12 studi di [...]

Continua a leggere

Uno studio multicentrico e randomizzato è stato condotto da un gruppo di psichiatri statunitensi su 127 pazienti schizofrenici non ospedalizzati e ha voluto valutare rischi e benefici del passaggio da una terapia farmacologica basata su più farmaci (politerapia) a una basata su un unico farmaco (monoterapia). I pazienti, tutti in regime di politerapia, sono stati [...]

Continua a leggere

La psicoterapia interpersonale (IPT), una terapia strutturata e limitata nel tempo, è stata studiata in molti trial controllati. Numerose linee guida hanno indicato la psicoterapia interpersonale come trattamento per la depressione unipolare. Un gruppo di ricercatori in psichiatria olandesi, svedesi e statunitensi ha condotto un’estesa metanalisi, su 38 studi clinici randomizzati, pubblicata sull’American Journal of [...]

Continua a leggere

Il presente studio ha lo scopo di valutare l’effectiveness degli antipsicotici in una coorte di pazienti ambulatoriali affetti da schizofrenia cronica e disturbi correlati. 

MATERIALI E METODI: Sono stati inclusi nello studio 300 pazienti, con schizofrenia cronica (n=173), disturbo schizoaffettivo (n=117) o delirante (n=60) che erano in trattamento con antipsicotici al 1° marzo 2008; [...]

Continua a leggere

Lo scopo di questa meta-analisi è quello di esaminare l'efficacia dei trattamenti di mantenimento per il disturbo bipolare. La misura principale di efficacia era relativa al rischio di ricaduta per i pazienti in remissione. Sono stati esaminati venti studi (5364 pazienti). Nel complesso, litio e quetiapina sono stati i farmaci più studiati (otto e [...]

Continua a leggere

Nella schizofrenia, dopo il trattamento in acuto del primo episodio di malattia, il trattamento antipsicotico di mantenimento è raccomandato per almeno 1 anno. L’evidenza riguardo il trattamento successivo ottimale è ancora scarsa. Il trattamento intermittente mirato (targeted) è risultato essere meno efficace del trattamento continuo nella prevenzione delle ricadute in pazienti con episodi multipli; [...]

Continua a leggere

Uno studio osservazionale finlandese, pubblicato sul numero di luglio di Obstetrics and Gynecology, fornisce ulteriori prove che l'esposizione agli antidepressivi della classe degli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) nel primo trimestre di gravidanza aumenta il rischio di alcune delle più importanti anomalie congenite nel nascituro, in particolare difetti cardiaci.

In particolare, [...]

Continua a leggere